Altre recensioni di questo artista/gruppo:
Psychotronic Drugs


Sei in - Home - Rock - Rock

matcable.jpg

Artista/Gruppo:Mat Cable
Titolo: Psychotronic Drugs
Etichetta: Alka Records
Sito: www.alkarecordlabel.com
Codice: Alka 060
Recensore:Loris Gualdi
Recensito il: 16/01/2016
Copyright: Loris Gualdi per Music on Tnt

Still Too Young to Have a Bio!!


Questa volta arrivo tardi! Infatti, sono passati più di due mesi dall’uscita di “Psychotronic Drugs” e mi ritrovo solo ora a parlare dei Mat Cable e del loro extended played targato Alka Records. Cinque tracce, interposte tra punk-garage e rock, che si aggrovigliano attraverso note grezze e dirette, poste come fondamenta dei movimenti cinici narrati in maniera lineare e priva di fronzoli.





La band di Lodi ricerca sin dalle prime note la quadratura di un cerchio imperfetto, che necessità di maggior convinzione affinché idee e volitività possano sopperire ad una forza d’impatto che a tratti sembra scivolare su argomentazioni alternative.

La grezzezza di Fight or hide dimostra nell’immediato archetipi sonori acerbi, ma piacevolmente grezzi, tanto da irretire nel proprio riff ridondante un pop (cripto)punk, semplice ed immediato, in cui la voce di Raffaele Ferri osa troppo poco per rimanere avvinghiata alle idee portanti del brano d’overture. Il sentiero iniziale rimane sulla medesima linea espressiva con gli strappi sonori di Under my skin, scomposta nel fraseggio, ma ben calibrata nell’inciso.

Il vento inizia poi a mutare direzione con Thinkings Stones, traccia ponderata, in cui giochi balance e striature rock definiscono allineamenti alternative in stile anni’90. Infatti, il brano, posato e diluito, va a costruire il proprio cuore emozionale attorno ad un riuscito dialogo tra le sei corde, qui appoggiate ad un minimale tappeto ritmico.

Se poi con The dance le chitarre si stonerizzano inutilmente, vista l’immediata virata stilistica, è con Choose your way.Babe che la band può iniziare a ragionare per il prossimo disco. Infatti un’aurea pseudo new wave, per certi versi vicina al Billy Idol più mainstream, si sposa bene con lo stile vocale del frontman e si unisce a un riff semplice, che racchiude le speranze di una band ancora troppo giovane per avere una biografia.


Un Ep che promette…ma mantiene solo in parte le proprie speranze … ma diamo fiducia e attendiamo con curiosità il primo full lenght.

Tracklist
Fight Or Hide
Under My Skin
Thinking Stones
The Dance
Choose Your Way, Babe

Questo articolo è stato letto 962 volte.