Altre recensioni di questo artista/gruppo:
Dark Waves


Sei in - Home - Metal - -

fromearth.jpg

Artista/Gruppo:From Earth
Titolo: Dark Waves
Etichetta: Worm Hole Death
Sito: www.wormholedeath.com
Codice: whd071
Recensore:Loris Gualdi
Recensito il: 08/03/2015
Copyright: Loris Gualdi per Music on Tnt

Un’onda nera sta per abbattersi su di un pianeta oramai chiuso da sentori oscuri e perduti. Un mondo descritto in maniera diretta ed estetica dalla pulita cover art, su cui si staglia un riuscito logo, la cui espressione armonica si pone come ideale bilanciamento tra colori caldi e neri assoluti.

Di cosa stiamo parlando? Stiamo enucleando la nuova devastante release della Wormholedeath, il cui rooster si impreziosisce oggi di una band di prospettiva certa: i From Earth.

Il quintetto, dedito al powerfull death metal, si offre al mercato mediante undici tracce allineate con le forme moderne di death, mostrando vene espressive (di certo migliorabili ma) già sorprendenti e promettenti, grazie alla ponderata euritmia tra la dualità vocale e gli intarsi inattesi. Infatti, proprio gli elementi elettronici e le strutture easy listening sembrano voler aiutare le nuove leve di hmk nella ricerca di punti cardine attorno ai quali osservare ed ascoltare il curato songwrinting.



La band olandese, spinta da sentori God of Lamb, giunge ad una riuscita sincrasi tra Born from pain e Blind Sight, pronti a ricamare energia oscura alimentata da riff potenti e distorti, che nulla hanno a che vedere con il mondo brutale, ma che al contrario pongono le proprie basi sull’old school, orientandosi chiaramente verso forme nuove che spesso vengono denigrate da chi ancora mal digerisce l’evoluzione (o se preferite l’involuzione) del death.

Come ogni nuova apertura, anche questo genere possiede metodologie di riferimento chiare e (inevitabilmente) diversificate, che qui, più che mai, mostrano tecnica esecutiva ed idee pulite ed efficaci.

E per una volta (scusatemi) non voglio addentrarmi nell’analisi dei singoli brani perché questo disco va vissuto nel suo complesso in maniera del tutto soggettiva, senza che ci sia qualcuno pronto ad analizzare… oppure ad interpretare.



Tracklist:
1.The Fallen Ones
2.Fragment Of Creation
3.Dark Center
4.Blood Runs Cold
5.Perfect Storm06
6.Libera Nos
7.The Longest Fight
8.Into The Abyss
9.Godforsaken
10.Age Of Deceit
11.New Light

Questo articolo è stato letto 1833 volte.