Altri editoriali di Maurizio Di Marino

Acquistare Musica on-line: dove, come e perché
Comprare CD via internet: perché e dove.
acquisto di CD online. I siti migliori.
Il costo elevato del prezzo basso
Acquistare Musica on-line: dove, come e perché



Sei in - Home - Editoriali

Recensore: Maurizio Di Marino
Editoriale del: 01/01/2006

Titolo: acquisto di CD online. I siti

Comprare CD via internet: perché e dove (parte seconda).


Cari amici lettori,

Music on TNT torna 7 mesi dopo ad occuparsi dell’acquisto di CD via internet: avrei voluto parlarvi di altri convenienti siti americani – primo fra tutti www.djangomusic.com – e certo avrei voluto dirvi della convenienza di qualche sito asiatico – come www.bangcd.com – ma le Poste Italiane dallo scorso Giugno hanno cominciato a rompere le uova nel paniere, come ben sanno quelli di voi cui è già capitato di vedersi consegnare i propri acquisti extra UE gravati di una “tassa” di €5,50. Spieghiamo di che si tratta ai fortunati che ancora lo ignorano.

Il boom degli acquisti via internet riguarda tanti italiani, noi compratori di CD siamo solo una goccia in questo mare … di lavoro eccedente che è andato a gravare su di una azienda che ormai considera il recapito della corrispondenza un peso e che preferisce giocare a fare la banca. Come avevo già spiegato in Aprile i nostri Doganieri hanno cose più serie cui pensare dei nostri pacchetti da poche decine d’euro, così si limitavano a passare franco dogana pacchi e pacchetti alle Poste perché li recapitassero. Il carico di lavoro è diventato importante perciò le Poste hanno escogitato un modo di farsi pagare un servizio svolto finora gratuitamente, non potendolo fare sulle spedizioni interne alla UE si sono dedicate a quelle extra UE, nel dettaglio:
fino a 45 euro di valore si pagano solo €5,50 per la consegna
oltre i 45 euro oltre alla consegna si pagano il dazio e l’IVA al 20%.

Dicevo che ci sono dei fortunati che ancora ricevono i loro acquisti d’oltre Oceano franco dogana: è chiaro che le Poste non hanno il personale per coprire tutti gli arrivi così ad alcuni finora è andata liscia, ma come tutelarsi?

Ahimé non c’è una risposta univoca, il rischio è concreto, il mio consiglio è di orientarsi verso i siti europei – ne vedremo un paio più avanti – e soprattutto di evitare l’acquisto di singoli CD perché in quel caso l’incidenza dei €5,50 di consegna è davvero esagerato.

Per www.amazon.com – il sito che in Aprile era risultato il più conveniente nel nostro acquisto simulato – c’è una soluzione: il mio consiglio è di evitare comunque piccoli acquisti, mai meno di 6-7 pezzi, poi – dal carrello – prima di cliccare “proceed to checkout” – barrate la casella “add gift” che compare sotto ogni articolo: in questo modo l’importo speso non comparirà sulla scatola che sarà marcata come “gift” e pertanto le Poste potranno chiedervi al massimo i 5,50 euro della consegna.

Salvata capra e Amazon, e prima di procedere a una nuova simulazione d’acquisto per vedere quanto è cambiato anche alla luce dell’indebolimento dell’Euro, illustriamo un paio di siti UE – per ovvie ragioni tralascio i siti extra UE citati in apertura.

www.amazon.co.uk

La dependance britannica degli uomini di Jeff Bezos era piuttosto esosa agli esordi, ma ha mostrato una grande adattabilità a un mercato on line – quello britannico – che è il più dinamico dell’intera UE. Il cambio con la Sterlina non è mai favorevolissimo, ma i prezzi sono così bassi da far passare la cosa in secondo piano. A differenza di altri siti inglesi – per non fare concorrenza alle Amazon francese e tedesca – la spedizione va pagata, ma il costo è accettabile – 1,49 GBP per pacco e 0,39 GBP per articolo - e la spedizione celere (First Class Mail, mai più di 48 ore). Mentre CD-WOW resta imbattibile sulle novità perché non fa pagare la spedizione, Amazon.co.uk è da tener presente per il catalogo e per i titoli rimasterizzati.

www.glitterhouse.com

Sito tedesco di una meritoria etichetta indipendente che svolge anche vendita di CD via internet. I prezzi sono eccellenti soprattutto sul catalogo, la spedizione è economica, €1,50 per articolo. Si tratta di un sito che fa la gioia soprattutto degli appassionati di musica indipendente.

Come la volta scorsa concludiamo con una simulazione d’acquisto, in Aprile amazon.com aveva prevalso dando mezzo giro di pista a tutti, come andrà con il cambio peggiorato e il rischio Poste?

Siti oggetto della prova sono: Amazon, Amazon britannica, CDWOW, Play e Glitterhouse.

Esclusi dalla prova i siti italiani per manifesta inferiorità dell’offerta.
Andiamo a comprare – e visto che siamo sotto Natale esageriamo:

1 – Born to run di Springsteen CD+DVD del 30° anniversario
2 – No direction home di Dylan, vol. 8 della serie Bootleg (2 CD)
3 – Horses di Patti Smith, edizione Deluxe (2 CD)
4 – Funeral di Arcade Fire
5 – Bless the weather di John Martyn, rimasterizzato
6 – Dimanche a Bamako di Amadou e Mariam
7 – Maestro della Kaizers Orchestra
8 – Who’s next di The Who, edizione Deluxe (2CD)
9 – Aerial il nuovo album di Kate Bush (2 CD)
10 – Music from Big Pink di The Band, rimasterizzato

Questa simulazione è stata effettuata il 1 Dicembre 2005 alle ore 11.

I 10 CD selezionati non erano facili perché comprendevano anche titoli di world music e musica indipendente, nonostante questo 4 siti su 5 hanno fatto 9/10, il solo CD-WOW – sito specializzato sulle novità – si è fermato a 6/10. Anche per quanto riguarda i prezzi la selezione era difficile perché su dieci titoli 4 erano doppi CD e uno un combinato di CD+DVD, quindi una scelta per mettere alla prova la convenienza di internet, ma andiamo a vedere il dettaglio:

Glitterhouse: manca l’album di Amadou e Mariam, per gli altri 9 spendiamo €180,75 + €9,01 di spese di spedizione per un totale di €189,76.

Play: manca solo la Kaizers Orchestra e la spesa comprensiva di spese di spedizione è di €184.

CD-WOW: manca John Martyn, la Kaizers Orchestra, The Who e The Band, gli altri 6 costano 108 € comprensivi della spesa di spedizione.

Amazon.co.uk: ha i prezzi di gran lunga migliori sulle edizioni Deluxe di Patti Smith e The Who, manca la Kaizers Orchestra per una spesa di GBP112,08 che tradotti in euro fanno 172.

Amazon.com anche qui mancano solo i norvegesi della Kaizers Orchestra, la spesa per gli altri 9 è di USD 181,90 + 26,90 di spese di spedizione per un totale di USD 208,80 che al cambio attuale fanno circa 180 euro, a cui vanno aggiunti gli eventuali 5,50 euro della tassa postale.

Amazon.com esce quindi perdente dal confronto, tutta questione di cambio: se il rapporto euro/dollaro fosse stato quello di Aprile il sito USA avrebbe prevalso di nuovo con una spesa di 165 euro. In pratica Amazon.com resta il sito più conveniente quando l’euro è forte.

Il risultato della simulazione conferma la convenienza dell’acquisto via internet nonostante tutto.
Torneremo ad occuparci dell’argomento non appena ci saranno novità – soprattutto in merito alla questione Poste – intanto mi raccomando: occhio al Dollaro!

© Copyright 2005 Maurizio di Marino http://www.music-on-tnt.com

Questo editoriale è stato visto 8772 volte.