Altri editoriali di Alfonso Pone

Un restyling non solo di facciata!
Maggio 2007 - Il fenomeno Youtube.
Collabora con noi!
Artisti, Major e distribuzione. Il caso Radiohead.
Cosa resterà del 2007?
Supersound, il Festival delle band emergenti.
Ciao Lucio
Record Store Day - I negozi di musica questi scono
LibriManent, un nuovo angolo di web.
Pino Daniele.



Sei in - Home - Editoriali

Recensore: Alfonso Pone
Editoriale del: 12/10/2014

Titolo: LibriManent, un nuovo angolo di web.

Sono passati tanti anno ormai, ma un giorno un amico presentò un piccolo angolo di web sul suo portale spiegando che era nata una nuova realtà, amatoriale, agguerrita e libera.

Quella realtà come forse potrete intuire è Music on Tnt.

Il web di allora era completamente diverso da quello odierno. Facebook non esisteva ancora e il concetto più avanzato di “social” era proprio mettere su un sito e condividere le proprie opinioni con più persone possibili.

Era un periodo in cui si doveva conoscere un minimo di html per pubblicare una rivista, scrivevi codice, lo mettevi in rete e, tramite le statistiche di accesso al sito, capivi se eri sulla strada giusta o meno.

Oggi basta iscriversi nell’universo di Facebook per iniziare, da subito, a pubblicare e condividere qualcosa con milioni di persone. A mio modo di vedere però usando Fb, si perde molta dell’autonomia dei propri scritti, certo si condivide lo stesso e più velocemente, ma non è la stessa cosa che registrare un dominio proprio, progettare un sito, dargli un’anima, e vederlo crescere.

E’ una strada più difficile, ma è la più ricca di soddisfazioni. E’ la strada che ha intrapreso Loris Gualdi e la sua redazione con il sito www.librimanent.it ed è per questo che ve lo segnalo.

LibriManent è un piccolo angolo nel mare del web in cui un manipolo di appassionati hanno deciso di recensire libri per bambini, tra quelli che magari i figli dei redattori hanno più amato, scrivendo con passione, senza scadenze, ma solo quando realmente c’è qualcosa di cui valga la pena di scrivere e leggere.

E’ la stessa filosofia di Music on Tnt, ed è per questo che auguro a Loris il successo che questa iniziativa merita, sperando, tra qualche anno, di vederla trasformata in un portale con una buona credibilità, l’unica cosa che, Facebook o non Facebook, conta ancora.

Questo editoriale è stato visto 1899 volte.